8.28.2011

Sono Marxista - Allenista

Fatto e finito!
(Woody e Groucho. Schizzo a matita e prova colore)
Amo è la parola più pericolosa per il pesce e per l'uomo!
Durante la grande depressione del 1922 erano i piccioni a portare da mangiare ai passanti in Central Park.
Naturalmente nella vita ci sono un mucchio di cose più importanti del denaro. Ma costano un mucchio di soldi!
Come ci si puo divertire in una festa in cui le birre sono calde e le donne sono fredde?
Questi sono i miei principi. Se non ti piaccioni, ne ho altri.
Trovo la televisione davvero molto istruttiva. Ogni volta che qualcuno mette in funzione l'apparecchio, me ne vado nell'altra stanza a leggere un libro.

8.23.2011

My generation R.I.P. (Rock In Peace)

Il video con l'esibizione degli Who allo Smothers brothers comedy hour nel 1967, dove Keith Moon, nel finale, fece brillare dell' esplosivo senza avvisare gli altri componenti del gruppo. A causa della detonazione, Pete Townshend, temporaneamente, perse dall'orecchio destro la capacita d'udito del 90%. Le risposte che la band dà al presentatore, durante l'intervista, sono esilaranti.
Presentatore: "Come ti chiami?".
Risposta: "Pete!".
Presentatore: "Da dove vieni?".
Risposta: "Londra".
Presentatore: "Londra, dove?".
Risposta: "Londra, Inghilterra!".
Presentatore: "E dove hai imparato lo stile di far ruotare il braccio quando suoni?!".
Risposta: "Bowling, semplicemente bowling!".
Quando si rivolge a Roger dopo averlo volutamente ignorato la prima volta per intervistare John Entwistle che dice il suo nome e risponde semplicemente che anche lui viene da Londra, Daltrey conferma che "dovrebbe essere Roger" e dichiara di venire da Oz; mentre Moon afferma: "Gli amici mi chiamano Keith, ma tu puoi chiamarmi John!"...A parte l'incidente, il finale è veramente esplosivo e degno degli Who.

La città



Metropoli. La roccaforte del provincialismo.

Ambrose Bierce, Dizionario del diavolo, 1911

Le città come i sogni sono costruite di desideri e di paure.
Italo Calvino, Le città invisibili, 1972
Piccola città, bastardo posto...
Francesco Guccini, Piccola città, Radici, 1972

8.17.2011

Viaggiare


  • La cosa più pericolosa da fare è rimanere immobili.
    William Burroughs

    8.14.2011

    Pia misantropia...

    La gente fa cagare.
    Frank zappa
    La maggior parte della gente andrebbe fucilata in gioventù.
    Jean Paul
    Nessuno è infallibile. La creazione dell'uomo ne è la prova.
    Alessandro Morandotti Quel che più disturba nel mondo è la presenza della gente.
    Alessandro Morandotti, Minime, 1979/80
    Non c'è niente da fare con quello che pensa la gente, se non badarci il meno possibile.
    Philip Roth, Zuckerman scatenato, 1981
    La gente comune si preoccupa unicamente di passare il tempo; chi ha un qualche talento pensa invece a utilizzarlo.
    Arthur Schopenhauer, Parerga e paralipomena, 1851
    Offendere la gente è facile, ma è difficile − se non impossibile − migliorarla.
    Arthur Schopenhauer, Parerga e paralipomena, 1851
    La gente nuoterà nella merda se ci metti un po' di dollari dentro.
    Peter Sellers
    Non voglio che la gente sia troppo simpatica: questo mi risparmia il disturbo di volerle molto bene.
    Jane Austen, Lettere, 1884
    In natura non esiste nulla di così perfido, selvaggio e crudele come la gente normale.
    Hermann Hesse
    La gente che non ha mai tempo fa pochissimo.
    Georg Lichtenberg, Aforismi, 1766/99 (postumo 1902/08)
    Alla gente le chiacchiere non piacciono soltanto quando si parla di loro.
    Will Rogers
    La gente ama molto donare le cose di cui ha più bisogno.
    Oscar Wilde
    La gente che non ride mai non è seria.
    Robert Schuman
    La gente giudica poco secondo la verità, molto secondo le opinioni.
    Cicerone
    Uno scandalo è quella cosa che metà della gente ama inventare e a cui l'altra metà ama credere.
    Paul Chatfield
    Più conosco la gente più cresce la mia stima per i cani.
    Anonimo

    8.11.2011

    Grande Capa (Certi concerti con certi musicisti)

    Gran bel concerto di Caparezza ieri a Cagliari. L'nergia musicale unita ai suoi testi intelligenti hanno confermato, ancora una volta, la grandezza di questo musicista pugliese che canta con sagace e pungente ironia dei mali di questa nazione. Belli anche i momenti di teatralità e dialogo con il pubblico a sottolineare la profonda comunicativa umanità di questo menestrello dell'hip hop Italiano.

    8.10.2011

    8.04.2011

    Allegra in ozio

    Nell'ozio, nei sogni, la verità sommersa viene qualche volta a galla.

    Virginia Woolf, Una stanza tutta per sé, 1929

    Poter stare in ozio vale quanto essere potenti.
    Su Tung Po

    The disneyland memorial orgy (la grande orgia di disneyland)

    Dotato di un grandissimo talento il cartoonist Wally Wood disegnò la "memorabile orgia di disneyland" nel 1965 che venne publicata sul numero 74 del The Realist. Wood fu un attivissimo disegnatore cartoonist indipendente che lavorò anche per Mad ed EC Comics, nonchè uno dei pionieri della Marvel insieme a Jack Kirby nei primi anni 60; sua è la definizione grafica di Daredevil. Per gran parte della sua vita da adulto soffrì di feroci mal di testa e a causa di problemi con L'alcool, negli anni '70, cominciò a soffrire anche di insufficienza renale. Nel 1978, colpito da ictus, gli si abbassò la vista ad un occhio. Minato dai problemi di salute ma anche amareggiato dalla prospettiva di un declino della carriera si suicidò a Los Angeles sparandosi un colpo di pistola. Uno dei suoi ultimi lavori gli venne commissionato da Frank Miller e curiosamente fu l'inchiostrazione della copertina di Daredevil n.164 del maggio 1980, una celebrazione per il modo in cui aveva saputo caraterizzare il personaggio.
    Wally Wood, 1927 - 1981
    L'irriverenza è la nostra vacca sacra!

    Tiger sempre più Tiger

    By Bud Blake

    8.03.2011

    Tiger... Amici per gioco!





    Tiger (Brancaleone per l'Italia. Sic!) nasce dalla matita del grande cartoonist americano Bud Blake (13 febbraio, 1918 - 26 dicembre, 2005). Come nelle strisce dei Peanuts di Schulz, i protagonisti sono un gruppo di amici adolescenti che abitano in periferia. Pubblicate dalla King Features Syndacate le strip di Tiger vedono la luce il 6 maggio del 1965, che, al loro apice, vengono pubblicate su 400 quotidiani... Blake ha continuato a disegnare Tiger sino all'età di 85 anni, due anni prima della sua morte. Ancora oggi le strisce dei suoi personaggi, per accordi presi con la King Features Syndacate, vengono pubblicate su più di 100 quotidiani di 11 diverse nazionalità.
    (Fonte Wikipedia)