12.19.2009

E' sempre colpa di qualcuno

Effettivamente anche io da quando frequento il web sento sempre più l'incontrollabile necessità di vedere scorrere il sangue (specie quando vado a leggere il blog di 31 canzoni o quello di Listener), ma a me non basta la riproduzione, seppur metallica, del Duomo milanese, no, io ho bisogno come minimo di un bazooka e se poi fosse possibile magari di un aereo da guerra fornito di relativa bomba atomica da sganciare sopra l'imbecillità... Sottolineo che scherzo e che trovo ridicolo come da sempre si debba trovare il capro espiatorio a casi certo gravi che non hanno però nessuna connotazione politica ma che si cerca di politicizzare a tutti i costi in modo da giustificare nuove repressioni che in questo caso, per ora, sono solo di tipo mediatico. Ma chiudere gli ospedali psichiatrici non è forse stata un idea dello stato? E non fu uno psicolabile, mandato dagli stessi nazisti, quello che diede fuoco al Reichstag giustificando la repressione sugli ebrei che vennero incolpati del misfatto? Certo che qui non si sta parlando della storia con la esse maiuscola ma piuttosto di quella che si potrebbe retoricamente definire: " Storia di un caso di umana stupidità", cercare di accollare a tutti i costi un marchio politico al gesto insensato di un uomo che sicuramente ha più bisogno di cure specialistiche piuttosto che della galera, rende questo paese ancora più triste e cupo. In tutto questo farraginoso marasma mediatico mi chiedo se gli addetti ai lavori credano sia veramente possibile presentarsi ad un attentato "premeditato" "armati" di una statuina. Ora i milanesi forse dovranno stare attenti anche quando si porteranno dietro il panettone e lo spumante. L'unica affermazione plausibile e che calza a pennello a questa ennesima italica vicenda è quella che sicuramente dichiarerebbe Antonio De Curtis in arte Totò: "Ma fatemi il piacere!".

4 commenti:

silvano ha detto...

Ma fatemi il piacere! e poi aggiungerei anche vota Antonio vota Antonio, qui mi sembra che il cinismo e l'irresponsabitlià alla ricerca di un misero voto sia senza confini senza alcuna regola. E chi se ne frega se dopo il passaggio ci saranno solo macerie: mangiatevele sembrano dire e poi portano voti pure quelle. Mai come ora, sempre più sto capendo i fantasmi iper reali di Pannella, la partitocrazia fa scempio di libertà, tolleranza, civiltà e se farà pure morti meglio. Una società oscena, dipinta perfettamente e profeticamente da Fabrizio nella sua Domenica delle salme.
ciao, silvano.

listener ha detto...

Mi manca il non-sense quello che strappa il sorriso e non il sangue...quello di Mr. A.De Curtis:
- Sta a vedere che fra noi due il cretino sono io?!?

Quello di Alto Gradimento:
-quarantannidionoratacarrieratrequestemurascolastiche

quello di Borges:
- La gloria è una forma d'incomprensione forse la peggiore.

Per 3Fix una citazione (sempre Borges:
"Ogni poesia è misteriosa; nessuno sa interamente ciò che gli è stato concesso di scrivere."

Peggiora invece il non-sense imposto, squallido e noioso, feroce.

3fix ha detto...

Ecco, appena vi leggo, non so perché ma sento l'irrefrenabile bisogno di andare in giro ad ammazzare qualcuno... Un tempo erano i fumetti, oggi è il web che crea i "mostri" curiosamente ho letto di un serial killer che uccideva ispirandosi ad una famosa RAI-fiction (nessuno però si sogna di accusare o porre fine alle TV). La caccia alle streghe o ad un eventuale responsabile dell'istigazione a delinquere ha fatto sempre comodo per tante cose. Ho la sgradevole sensazione, come sicuramente voi, che molti dei signori di palazzo non siano che alla disperata ricerca di un valido (secondo loro) motivo per togliere definitivamente voce a chi continua a dissentire nei confronti della loro politica xenofoba e piena di intrallazzi.

silvano ha detto...

Non avrei mai detto di essere un cattivo maestro
:-P