6.27.2012

A che ora è il Ragnarok?!

"Non esistono indiani a sufficienza per sconfiggere il settimo cavalleggeri."
Generale George Armstrong Custer: il bianco che i rossi fecero nero.

"Alla fine ci si pente di essere troppo buono."
Adolf Hitler: il dittatore che apprezzava Topolino.

"Se Dio esiste gli do due minuti per fulminarmi."
Benito Mussolini: l'anarchico che veniva da destra.

"Ho il potere di controllare i coccodrilli, con il pensiero..."
Idi Amin Dada: il dittatore che voleva sfamare il popolo inglese con un cargo pieno di banane.

"Il Papa! Quante divisioni Ha?!"
"La morte risolve tutti i problemi: niente uomini, niente problemi."
Joseph Stalin: un vero socialista.

"La cattiveria dei buoni è pericolosissima."
"Se fossi nato in un campo profughi del Libano, forse sarei anche io un terrorista."
"meglio tirare a campare che tirare le cuoia."
Giulio andreotti: un democratico di cristiano ma anche un cristiano di democratico.
(Vivente. Ho paura che non gli sopravviverò. NdR.)

"Non so nemmeno da che parte si trova il Canada"
Al Capone: Il gangster che non conosceva né la geografia né quelli di "Equamerica".

"Fai per primo agli altri quello che gli altri farebbero a te."
" Io non ho mentito. Ho solo detto delle cose che in seguito si sono rivelate non vere."
Richard Nixon: come il generale Custer e il chewing gum, un tipico sottoprodotto americano.

"Se fossi costretta a scegliere tra Galileo e l'inquisizione, sceglierei l'inquisizione."
Madre Teresa di Calcutta: Mater terribilis.

"Questo è un governo onorevole. E' per questo che il popolo cileno ci appoggia..."
Generale Augusto Pinochet: Qui a che ora passa la nettezza umana?

6.25.2012

Ah! Doppia copia!


Erano gli anni '70, le edicole erano straordinariamente stracolme di fumetti per adulti, della Ediperiodici di Giorgio Cavedon e della, concorrenziale, Edifumetto di Renzo Barbieri. Si pubblicava di tutto e di più, e probabilmente si copiava anche di tutto e di più. Però se lo sconosciuto autore della copertina di Jacula voleva omaggiare, a suo tempo, l'ormai defunto Frank Frazetta, be',  poteva mandargli una forma di pecorino.

6.24.2012

Gli scheletri nella matita

In Italia, la patria dei santi, dei navigatori e degli artisti con la A maiuscola, tra i fumettari vige una sacra regola non scritta, che è quella di non sputtanarsi a vicenda, per lo meno in pubblico. Di tanto in tanto succede (nei blog e nei forum di settore succede, tristemente, sempre più spesso, sigh!)ma non sul piano artistico bensì su quello personale: che volete farci; anche loro sono umani. Se poi conoscete un po' l'andazzo dell'italico "meraviglioso"mondo delle "nuvole parlanti"avrete notato che qui da noi si può disegnare tranquillamente con lo stile di qualcun altro senza essere tacciati di scopiazzare o plagiare (anzi, più è bravo l'autore di cui si emula lo stile, e più si è capaci), mentre se ti "beccano"con un disegno in uno stile originale ma che si basa sul guardare e copiare ispirandosi a foto o altro materiale iconografico, allora apriti cielo, ed è una fortuna che qualcuno non chieda la pena di morte per il malcapitato scopiazzatore. Quindi, mentre i lettori e gli autori nostrani, ogni tanto, battono e dibattono su 'sta storia del copiare o meno, vediamo che fanno o facevano i disegnatori che non hanno avuto la "grande fortuna"di nascere nello stivale...

 Lo spagnolo Jordi bernet, mitico disegnatore di Torpedo (se non sai chi è Torpedo sei nel blog sbagliato)un personaggio che vive storie ambientate in america nei così detti "anni ruggenti", a meno che non possegga la macchina del tempo, deve per forza documentarsi con foto che ritraggano le armi, i vestiti o le auto del periodo. L'ukulele, era il nome che i gangsters davano al mitragliatore Thompson, è decisamente ritratto fedelmente e alla grande dall'autore, e se insieme all'arma ha ricopiato fedelmente anche la posizione dell'uomo nella foto, direi che il risultato è più che interessante... Grande Bernet!

Un altro spagnolo, Luis Garcia usa spesso foto con amici oppure fotogrammi da cui ricava le sue vignette. Non mi sembra, visto il risultato, che meriti l'impiccagione!


Copertina di Sexo Loco e relativa foto, ad opera dell'autore spagnolo Josep maria Bea in arte Valls. E' bravo, somiglia al nostro De Angelis.


Un autore americano: Basil Gogos, il risultato parla da solo.



 Oh, parbleu! "L' italien" Gianni Renna e la versione "francais "di Zora la vampira, fumetto erotico degli anni '70.



 Un ultimo esempio sull'utilizzo delle foto ad opera di Andrés Hispano (curioso, somiglia allo stile di Angelo Stano)... Direi che i risultati non sono male anche perché gli autori non copiano passivamente ma rielaborano ciò che vedono. Lo stile può anche non piacere ma il risultato è più che professionalmente valido.


Bonus post
Il bravo Maurilio Milo Manara (Le avventure africane di Giuseppe Bergman)prima di diventare bravissimo e noiosissimo, anche lui, sotto il segno di Moebius.


Finalino
In realtà sono le foto successive ai disegni. Infatti le ho messe dopo... Ma no, scherzo!!!

6.23.2012

Rose e pistole



Sento che sto bussando alla porta del paradiso... ma sono certo che nessuno verrà ad aprire!!!

6.19.2012

Thanx 4 fun

Charlie Chaplin sta al cinema così come Elvis Presley sta alla musica. Due re senza dubbio, e prima di loro c'era di meno.

Buster keaton, come l'improvvisazione nel jazz: imprevedibile,coinvolgente e un esempio professionale di grande abilità

Stan Laurel e Oliver Hardy, come una sinfonia classica, ad esempio Le quattro stagioni di Vivaldi, non ti stanchi mai di ascoltarla.
I fratelli Marx, esplosivi e trascinanti: se fossero stati una band hard rock il loro nome sarebbe stato AC/DC.

John Belushi poteva cantare ogni cosa e farla diventare bella quanto l'originale. Nonostante avesse un cuore che batteva  a tempo di  rythm and blues, guardava il mondo attraverso gli occhi di un giullare punk.

Peter Sellers, puro e grande british pop style.

.
Marty Feldman, mostruosamente bravo.

Ettore Petrolini, "er core dell'allegra romanità". Le notti d'estate nella stornellante capitale.

Antonio De Curtis, il principe Totò. vedi Napoli e poi vivi!



Il tempo trascorso ridendo è tempo trascorso con gli dei.
Proverbio giapponese



6.14.2012

Alfred

"Anche se girassi un film su cenerentola, il pubblico cercherebbe qualche cadavere nella carrozza."

"Per me l'arte viene prima della democrazia."

"il cinema non è un pezzo di vita, è un pezzo di torta."

"C'è qualcosa di più importante della logica: l'mmaginazione. Se si pensa subito alla logica, non si può immaginare più niente."

"Il cinema è la vita con le parti noiose tagliate."

A. H.


6.09.2012

6.08.2012

O-dio il mio ego: porco d'io! (O meglio: porco d'un io!)

Ho fatto un giro per il blog, e a parte avere l'ennesima conferma che è una figatina di blog (tranquilli, sto scherzando), non ho trovato nessuna bestemmia, niente, neanche un porc'Odino. Qualche parolaccia o turpiloquio ma niente bestemmie. Sembra quasi che non abito in Italia e quindi non ne ho nessun motivo. Comunque come tutti gli italiani anche io vengo quotidianamente martirizzato, e dal martirio al "santo subito" il passo dovrebbe essere breve, quindi tra un po' esco e vado a comprarmi l'aureola perché più santificati più vicini a Dio, come dire: più italianizzati e più vicini al niente, e l'ego ne risente.

Meglio essere pazzo per conto proprio, anziché savio secondo la volontà altrui.
Friedrich Nietzsche

CoveRemake # 5




Original by Robert Crumb

6.06.2012

Dedicated to ZZ Top

Cristo ha lasciato Chicago e sta andando a New Orleans...

Yeah!


Non ho vinto il Cover reloded contest, però Moreno Burattini (scrittore, curatore responsabile e sceneggiatore di Zagor per la Sergio Bonelli Editore) ha pubblicato sul suo blog " Freddo cane in questa palude" i disegni che gli sono piaciuti di più, tra cui c'è anche il mio elaborato... per me, in ogni caso, una bella soddisfazione ritrovarmi tra tanti bravi concorrenti, insieme alla constatazione che la mia cover e quella del vincitore fanno parte di due episodi della stessa storia... Intanto preparo la punta alla matita per il prossimo contest e vediamo che succederà.

6.01.2012

Ooops... Hotdog!

Anche il cane ha capito che l'uomo non è il suo migliore amico. Così appena può cerca d'incularselo!