10.10.2008

Leggere Borges...

Leggere Borges è come entrare dentro a un labirinto. Acuto, intensissimo, geometricamente perfetto, semplice e difficilissimo allo stesso tempo. Un gioco, una cabala, la pietra filosofale che può trasformare i sogni in pensieri , e i pensieri in scrittura con i segni regolati dall'achitettura delle sue virgole e dei suoi punti. Borges, una volta incontrato, lo rivedi ovunque: nelle magiche note del jazz di Coltrane, che ti parla. Da dentro i quadri di Picasso, che ti guarda. Nelle "closures" della letteratura disegnata lo percepisci mentre cammina tra gli spazi che dividono unendo le vignette. Borges ti guida dentro i suoi mondi, ti porta davanti ai gauchos, al minotauro, a uomini e donne perduti nel presente del passato; richiamando mitologie incastonate come gioielli dentro allo scorrere del tempo. Lui è un alchimista dei mondi onirici, la chiave magica che può aprire ogni porta. Si potrebbe passare tutta la vita a leggere L' Aleph, e ogni volta sorprendersi a scoprire un libro differente, misteriosamente diverso, denso di una sua nuova alchimia, perché ogni libro ne contiene altri mille. Jorge Luis Borges riesci a vederlo mentre fuori soffia un impetuoso vento argentino: lui sta lì, seduto, mentre stringe il suo bastone e osserva lontano. Sta in silenzio, in una cecità che gli permette di vedere e guardare ben oltre la superficialità dei nostri occhi; conscio custode degl'infiniti segreti dell'animo umano...
Vidi l'Aleph, da tutti i punti, vidi nell'Aleph la terra e nella terra di nuovo l'Aleph e nell'Aleph la terra, vidi il mio volto e le mie viscere, vidi il tuo volto e provai vertigine e piansi, perché i miei occhi avevano visto l'oggetto segreto e supposto, il cui nome usurpano gli uomini, ma che nessun uomo ha contemplato; l'inconcepibile universo.

Da L'Aleph di J.L. Borges

7 commenti:

calendula / trattalia ha detto...

non ho mai letto nulla di suo... e mi riprometto di farlo a breve perchè penso che sia una lacuna da colmare SUBITO!!

listener ha detto...

Ti ringrazio per il post su Borges, lo amo infinitamente, amo la sua avventura letteraria e culturale, anomala, i suoi labirintila sua profondità culturale e la scelta di dedicarla a mondi diversi, volevo mettere il tuo link da tempo, se tu sei d'accordo
Listener

silvano ha detto...

Non ho letto molto di Borges, ma quello che ho letto mi ha impressionato, mi hanno impressionato gli infiniti infiniti che enuclea, come un prestigiatore. La soluzione di un mistero, la fine di una storia che sono l'inizio di mille altre storie, la cui fine è l'inizio di altre mille. Questo espandersi esponenziale l'ho trovato affascinante ma anche molto ansiogeno.

Baol ha detto...

Sono completamente daccordo con te!

3fix ha detto...

@calendula:OK... O Killed.
@Listener: my pleasure. D'accordo per il link.
@Silvano: ad ognuno il suo Borges.
@Baol: so che sei a Milano: in bocca al lupo per tutto, ragazzo.
Grazie a tutti.

listener ha detto...

Thanks U 've been added ;o)

listener ha detto...

Thanks U 've been added ;o)